Scuola di musica fondata nel 2003

Via Ernesto Rossi, 16

Via Jenne, 19/21

+ (39) 06 40800613

Segreteria

Sara Matteo

Sara MATTEO, nata a Roma, fin da piccolissima mostra una grande propensione nei confronti della musica classica. Si accosta così al pianoforte, diplomandosi giovanissima sotto la guida di Carmela Pistillo ed in Musica da Camera con Marco Lenzi presso il Conservatorio di S. Cecilia in Roma.
Importanti nella sua formazione sono stati i corsi con Massimo Pradella e l’apporto del Maestro Eugenio Bagnoli col quale ha seguito il corso quadriennale di alto perfezionamento pianistico alla Fondazione Cini di Venezia, dove ha tenuto diversi concerti. Nel luglio 06 ha ottenuto con il massimo dei voti la laurea di II livello presso il Conservatorio “ S. Cecilia” di Roma.
Fondamentale nel suo iter artistico lo studio di perfezionamento sotto la guida del Maestro russo Sasha Bajcic.
Vincitrice di numerosi concorsi e premi pianistici, svolge un’intensa attività concertistica sia in veste di solista che in formazioni da Camera. Ha suonato in ambiti prestigiosi tra i quali val la pena di ricordare i festival “Suona Francese”, “Severino Gazzelloni”, “Flautissimo” ed in sale importanti quali il Parco della Musica di Roma, Palazzo Barberini, la Sala Baldini, il teatro “Filippo Marchetti” di Camerino, il teatro del Casinò di Sanremo, l’Accademia d’Ungheria.
Ha inciso per Radio Vaticana.
Profonda conoscitrice del repertorio flautistico, ha suonato in duo con nomi del calibro di Michele Marasco, Andrea Oliva, Paolo Taballione, Vincent Lucas; da anni ricopre il ruolo di Maestro collaboratore al pianoforte sia nella classe di Michele Marasco che nel premio internazionale “Valentino Bucchi”.
E’ spesso chiamata a far parte di Commissioni di giurie in concorsi pianistici nazionali e internazionali.
E’ Direttore artistico, insieme con Sasha Bajcic, della Scuola di musica “Anton Rubinstein” che ha fondato nel 2003.
Dal 2014 è docente collaboratore al pianoforte presso il Conservatorio de L’Aquila.
All’amore per la musica affianca ormai da tempo quello per la narrazione scrivendo fiabe basate sui capolavori dei compositori più conosciuti al fine di stimolare l’attenzione e la concentrazione nell’ascolto anche nei bambini molto piccoli.